CABINE ELETTRICHE INTERRATE

CON VASCA DI FONDAZIONE

La cabina elettrica interrata con vasca di fondazione rappresenta una efficace soluzione utilizzabile nei contesti urbani ove non sia possibile mantenere in vista fuori terra un manufatto tecnologico quale appunto una cabina elettrica.

Betoncablo S.p.a. realizza cabine interrate ad elementi prefabbricati con vasca di fondazione sottopavimento, perfettamente rispondenti alle prescrizioni Enel DG 2092, di dimensioni variabili e in grado di soddisfare qualsiasi esigenza tecnica ed impiantistica.

La configurazione base è rappresentata da un locale Enel di ricezione e trasformazione delle dimensioni variabili normalmente definite da Enel di Zona. Un ulteriore vano antistante la porta di ingresso del locale Enel viene predisposto per il calo delle apparecchiature elettriche di cabina. L’accesso del personale addetto ai lavori ed all’esercizio dell’impianto avviene normalmente attraverso la botola sovrastante il locale anticabina, o mediante apposito vano scala laterale realizzato con rampa scala prefabbricata. Qualsiasi altro ulteriore locale può essere realizzato in funzione delle specifiche esigenze progettuali.

330-1_1461160321jpg

La struttura è realizzata con elementi prefabbricati del tipo interrabile con sistema costruttivo ad incastro e giunzioni meccaniche a secco, opportunamente dimensionati e sagomati per sopportare i carichi e le azioni verticali e orizzontali richieste. Pareti e copertura vengono realizzati per consentire una resistenza al fuoco non inferiore a R 120. La copertura del vano anti-cabina è predisposta con botola calo apparecchiature MT/BT in acciaio zincato, adeguatamente dimensionata e realizzata ad elementi rimovibili, completa di passo d’uomo e scala per l’accesso al personale addetto alle manovre. La botola è conforme alle specifiche tabelle di unificazione Enel e consente un sovraccarico pari a kg/mq 2000.

Al fine di realizzare i requisiti previsti dalla vigente normativa antisismica può essere fornito un sistema di fondazione predisposto con connettori antisismici adeguato alla classe d’uso III. Allo scopo di consentire un affidabile sistema di connessione antisismica tra le travi rovesce di fondazione incorporate negli elementi di parete e la sottostante fondazione, può essere utilizzato un sistema fondazionale prefabbricato realizzato con travi di bordo di appoggio perimetrale, di altezza cm 50, da completare con getto integrativo in opera. Vengono allo scopo incorporate nel pulvino superiore dei cordoli di appoggio appositi profili a canaletta in acciaio per il collegamento delle scatole in acciaio di ritenuta antisismica. Conformemente alle Tabelle di Unificazione Enel DG2092, tra la vasca di fondazione prefabbricata ed il vano sottopavimento dell’anti-cabina viene realizzato un setto in c.a.v. di segregazione provvisto di flange in PVC a frattura prestabilita atti ad accogliere sistemi passacavi stagni di diametro pari a mm 200.

L’impermeabilizzazione delle pareti verticali contro terra e della soletta di copertura viene normalmente realizzata mediante applicazione a caldo di guaina bituminosa poliestere con spessore di 4 mm. In considerazione della particolare esigenza di garantire l’impermeabilità della cabina anche nella ipotesi di risalita dell’acqua dalla fondazione, viene normalmente prevista la ulteriore posa di guaina bituminosa applicata orizzontalmente sul sottofondo di pulizia in c.a. da risvoltare successivamente sulle pareti verticali del manufatto prefabbricato. Preventivamente alla posa delle guaine devono essere eseguiti colli e raccordi con malte cementizie per favorirne una adeguata posa a regola d’arte. A protezione delle guaine impermeabilizzanti durante la fase di rinterro, viene impiegata guaina accoppiata con membrana in poliestere con rilievi tronco piramidali su tutte le superfici verticali ed orizzontali. Inoltre, su quelle orizzontali risulta efficace eseguire ulteriore massetto di protezione in cls dello spessore fino a cm 10.

La ventilazione naturale all’interno del Box viene realizzata tramite griglie di aerazione in resina isolante (tipo ENEL DS 4974) opportunamente posizionate in corrispondenza del vano anticabina, anch’esso areato mediante le forometrie predisposte in sommità sulla botola in acciaio. In altro modo, un sistema a bocche di lupo laterali prefabbricate complete di sovrastanti griglie in acciaio zincato può essere impiegato quale valida alternativa alle soluzioni suddette.

contattaci

45_1466772478png
38_1466772466png
2_1466772454png